Franciacorta

Chardonnay e/o Pinot Nero, è permesso l’uso del Pinot Bianco fino ad un massimo del 50%, l’Erbamat è consentito nella misura massima del 10%.*

* Con la sesta modifica al disciplinare di produzione, si è giunti all’inserimento di un nuovo vitigno nella base ampelografica. Si tratta dell’Erbamat, un antico vitigno a bacca bianca originario della provincia di Brescia, da molto tempo dimenticato, ma di cui si ha notizia fin dal ‘500. L’Erbamat è caratterizzato da una maturazione tardiva (giunge a idonea maturazione oltre un mese dopo lo Chardonnay e i Pinot) e da una spiccata acidità. Questo vitigno consentirà di dare un contributo di freschezza alle basi senza però stravolgerne il profilo, così come è conosciuto dal pubblico del Franciacorta, grazie alla sua sostanziale neutralità aromatica. L’Erbamat entra al momento nella base ampelografica del Franciacorta nella misura massima del 10%, per tutte le tipologie ad eccezione del Satèn, così da permettere di testare le sue potenzialità in modo graduale e valutarne eventuali incrementi in futuro.

Rifermentazione in bottiglia per minimo 18 mesi di affinamento sui lieviti. Pressione in bottiglia tra le 5 e le 6 atmosfere.

Giallo paglierino con riflessi dorati, perlage fine e persistente, bouquet caratteristico della fermentazione in bottiglia, sentori di crosta di pane e di lievito arricchiti da delicate note di agrumi e di frutta secca (mandorla, nocciola, fichi secchi). Sapido, fresco, fine e armonico.

Pas Dosé, Extra Brut, Brut, Extra Dry, Sec o Dry, Demi-Sec.

Vista

Giallo paglierino più o meno intenso, fino a giallo dorato. Perlage fine e persistente.

Olfatto

Sentori di crosta di pane e di lievito arricchiti da delicate note di agrumi (mandarino, lime, pompelmo), frutta a polpa bianca (pesca, mela, pera) e frutta secca (mandorla, nocciola, fichi secchi).

Gusto

Un’acidità ben equilibrata dona freschezza e sapidità. Sentori floreali e fruttati, note di lieviti, di crosta di pane e delicate sfumature di agrumi.

Abbinamenti per tipologia di gusto

Le diverse tipologie di Franciacorta, le cui caratteristiche dipendono dal quantitativo di sciroppo di dosaggio inserito durante la sboccatura, si abbinano a un’ampia gamma di piatti.

Il Franciacorta è un vino ideale a tutto pasto. La qualità straordinaria, perseguita e raggiunta dai produttori, rende questo vino perfetto per qualsiasi occasione: dall’aperitivo ai secondi piatti, dai più semplici ai più complessi.

La tavola in Franciacorta è una piacevolissima scoperta: in questa terra di grandi vini si è affermata una ristorazione altrettanto prestigiosa, che si muove tra tradizione e sperimentazione e che si è intrecciata con una gustosa e radicata cucina del territorio.

Non dosato

  • Cotolette del Lago D’Iseo con Pesce Persico
  • Insalata di Luccio con finocchietto Fresco
  • Guancina di maiale con salsa verde
  • Manzo all’olio*

*particolarmente indicato con Franciacorta Non Dosato Millesimato o Riserva.

Extra Brut

  • Anguilla ripiena alla clusanese*
  • Coregone con polenta*
  • Tagliatelle al ragù di lago
  • Cous Cous alle verdure

*particolarmente indicato con Franciacorta Extra Brut Millesimato o Riserva.

Non Dosato e Extra Brut

  • Crudo o fritto di pesce
  • Pesce di lago
  • Carni bianche, anche rosse come guanciale di maiale o manzo all’olio
  • Formaggi anche stagionati

Brut

  • Salumi
  • Formaggi freschi e grassi, di media stagionatura
  • Primi piatti a base di pesce
  • Polenta con Bagòss (formaggio tipico di Bagolino)*
  • Ravioli di tinca ripiena
  • Lasagnetta al ragù bianco

*particolarmente indicato con Franciacorta Brut Millesimato o Riserva.

Extra Dry

  • Spaghetti alle vongole
  • Frittura di paranza
  • Lasagnetta con fonduta di parmigiano
  • Arrotolato con crudo, fontina e zucchine

Sec o Dry

  • Torta di rose
  • Robiolina con le noci
  • Pennette con crema di melanzane e ricotta salata
  • Flan di spinaci e taleggio

Extra Dry e Sec/Dry

  • Crostacei
  • Crudité di pesce
  • Formaggi di media stagionatura
  • Dolci secchi, con frutta secca

Demi-Sec

  • Fine pasto con formaggi freschi a pasta molle
  • Dolci lievitati e secchi
  • Crostate di frutta
  • Bossolà (dolce tipico tradizionale natalizio della provincia di Brescia)
  • Sbrisolona
  • Crostatina con frutta secca
  • Formaggi con una lieve nota piccante

MAIN PARTNERS

CNMI Camera Nazionale della Moda Italiana
Porsche Carrera Cup Italia
1000 Miglia
EMMYS

TECHNICAL
PARTNERS

Slow Food
Parmigiano Reggiano
Valoritalia

EDUCATIONAL
PARTNERS