Operosità | Un itinerario artistico che valorizza il territorio e le persone

Stile

Arte e culturaCulturaleTuristico

Durata

1/2 giorniWeekend

N° di persone

CoppiaPiccolo gruppo

Stagione

Autunno
Condividi

Due giorni attraverso i luoghi di Vite Operose: un progetto di arte partecipata e diffusa che attraverso la Franciacorta unisce i due cuori della Capitale Italiana della Cultura 2023.

Sempre più spesso i musei italiani si impegnano ad abbandonare la concezione tradizionalmente conservativa degli spazi espositivi per abbracciare un approccio partecipativo all’arte, che deve essere intesa come strumento di condivisione e inclusione all’interno delle città. Questo desiderio di crescita comunitaria – claim di Bergamo Brescia Capitale Italiana della Cultura 2023 – vive nel progetto artistico Vite Operose, ideato da Valerio Rocco Orlando e inserito nel format Casa dei Talenti Berlucchi diretto da Caroline Corbetta, che promuove il territorio franciacortino a partire dalle persone che vi operano. E proprio l’operosità è il tema fondante di una trilogia di opere che parte dalla Franciacorta per poi svilupparsi nelle due città confinanti, componendo una conversazione simbolica a cui tutti sono chiamati a partecipare. 

La prima tappa di questo tour artistico ed enogastronomico è il GAMeC (Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo), che ospita nel suo cortile interno la seconda scultura al neon di Vite Operose. L’opera nasce dal coinvolgimento di un gruppo di studenti del Politecnico delle Arti di Bergamo che si sono interrogati – sotto la guida di Valerio Rocco Orlando – sulla relazione tra il sistema educativo e il mondo del lavoro, producendo una serie di pensieri scritti tra i quali l’artista ha selezionato la “migliore” sintesi, per poi trasformarla in oggetto d’arte. “Chi diventare?” è la domanda luminosa che racchiude le ambizioni, i dubbi e le paure dei giovani che si affacciano al mondo del lavoro, coinvolgendo l’intera cittadinanza nella ricerca di una risposta a questa domanda esistenziale.

Il viaggio non può che proseguire in Franciacorta, territorio che ha dato i natali al progetto e che dà concretezza alla dimensione operosa attraverso il lavoro in vigna e in cantina. Proprio in una cantina di Erbusco, quella di Terra Donata, è custodito il risultato dell’impegno di Maurizio, che da bambino giocava con il trattore di papà Giuseppe e si divertiva a pigiare l’uva durante la vendemmia, ma a soli quindici anni si è ritrovato ad assumere prematuramente le redini dell’azienda, dedicando la sua vita alla terra che gli era stata donata dal padre, e prima ancora dal nonno. E questa eredità non è stata preservata passivamente, perché Maurizio ha deciso di aspirare a qualcosa di più nobile del vino fermo sfuso, consumato da amici e parenti. Così, dopo anni di sperimentazioni, da poco meno di un ettaro di vigneti nascono due Franciacorta di carattere, che derivano da un’unica vendemmia e rappresentano la massima espressione dello Chardonnay e del Pinot Nero.

Questa regione è tanto attiva in ambito vitivinicolo quanto in ambito gastronomico, e così prima di visitare un’altra opera della trilogia vale la pena sostare presso il ristorante Cadebasi Franciacorta, che ha deciso di abbinare i prodotti tipici della Franciacorta a ingredienti meno tradizionali, e lo fa con un menu di “buffetti” caldi e freddi che celebra la contaminazione. Dopo un buon pranzo, il check-in può essere una valida occasione per approfittare di qualche ora di riposo. L’Agriturismo Solive propone camere matrimoniali e bilocali in stile rurale che godono di una splendida vista sui colli franciacortini. Uliveti e vigneti circondano questo cascinale, regalando un clima di silenzio agli ospiti in cerca di relax.  

A pochi minuti di distanza, sorge l’installazione che ha dato origine al progetto voluto da Cristina Ziliani, direttrice relazioni esterne di Guido Berlucchi e fondatrice dell’Accademia Berlucchi, una fucina di talenti che si incontrano per ispirare e discutere idee e iniziative legate alla sostenibilità, alla tutela del territorio e all’innovazione. “Il lavoro ha diversi volti” è la frase che Valerio Rocco Orlando ha trasformato – sempre riproducendo la grafia del suo autore – nella scultura al neon allestita sul Castello di Borgonato, proprio davanti alle vigne. Il manufatto è il risultato di un laboratorio che ha coinvolto un gruppo di collaboratori della Guido Berlucchi, con cui l’artista ha voluto mettere in luce la geografia umana di questi luoghi. «Se il lavoro fosse una persona, chi sarebbe? Una sorella, una mamma, un collega?». Questo sforzo di immaginazione ha trovato forma nei molteplici volti che compongono la biografia lavorativa di ognuno, spingendo la comunità – che ha partecipato alle attività su base volontaria – fuori dal confortevole pragmatismo che scandisce la quotidianità in azienda, e creando uno stimolo al pensiero, tanto utile quanto il lavoro a testa bassa.

Impossibile lasciarsi alle spalle Borgonato senza aver visitato la cantina storica del 1680, che a dieci metri di profondità custodisce la prima bottiglia di Franciacorta mai prodotta, nata dall’incontro di Guido Berlucchi con il giovane enologo Franco Ziliani, che sei nel 1955 gli aveva proposto un azzardo: «uno spumante alla maniera dei francesi». Intuizione che cambiò per sempre la vocazione di un intero territorio. 

Dopo una degustazione delle etichette “classiche”, “preziose” o “esclusive” più rappresentative dell’azienda, la giornata non può che terminare a tavola. A soli trecento metri di distanza, il Ristorante Due Colombe al Borgo Antico è espressione di un approccio alla ristorazione che si fonda sulle persone e sulla collaborazione tra professionalità, con lo scopo di garantire e incrementare la ricchezza della terra e del lago: agricoltori, allevatori e pescatori trasmettono ai cuochi la loro sapienza e la loro passione, che arrivano dritte al palato attraverso un racconto mediato dalla cucina.

La mattina successiva comincia in una cantina di Paderno Franciacorta, che fa dell’«ostinata ricerca della perfezione» il suo credo: Camilucci propone visite su appuntamento con la possibilità di degustare le sue etichette più identificative, dall’ “Antologie Blanc” all’ “Antologie Noir”, che nascono da uve Chardonnay e Pinot Nero in purezza (rispettivamente) e sono prodotti solo in annate di assoluta eccellenza, per arrivare al “ST”, un Brut nature in serie numerata affinato per almeno centocinquanta mesi.

Poco più a sud, sorge un’azienda agricola completa, contemporanea e autosufficiente, in cui le sorelle Roberta e Romina Agosti hanno applicato il concetto di “tradizioni agricole evolute”. Il Colmetto ospita un allevamento di capre Saanen e asini romagnoli, un piccolo caseificio con bottega, serre, campi e orti per l’autoproduzione di ortaggi, frutti e cereali. E il ristorante esalta ogni elemento con la sua “cucina agricola”, che celebra la dignità di ogni materia prima riducendo al minimo gli scarti. 

Il viaggio nell’operosità franciacortina culmina nel parco delle sculture contemporanee del Giardino del Viridarium del Museo di Santa Giulia, un luogo accogliente ed estremamente esemplificativo della profonda connessione tra presente e futuro. “Formiamo Umanità” è la terza e ultima scultura del ciclo, creata a partire da una serie di incontri con un gruppo di mediatori culturali. Circa centoquaranta etnie convivono nella provincia bresciana, che le accoglie anche e soprattutto attraverso il lavoro, e queste due parole vogliono essere lo stimolo per una nuova interpretazione della città, non più mera destinazione turistica ma spazio di formazione interculturale e intergenerazionale in cui ognuno può imparare dall’altro. 

Cantine e Attività correlate

Mood
Servizi
Lingue
B
C

Camilucci

Cantine
Via Iseo, 86-88, Erbusco, BS, Italia
I

Il Colmetto

Agriturismi
Via finilnuovo 9/11, 25050 Rodengo Saiano, BS, Italia, al confine con Castegnato
R
S

Solive

Agriturismi
Via Calvarole, 15, 25040 Corte Franca BS, Italia
T

Terra Donata

Cantine
Via Provinciale, 25030 Erbusco BS, Italia

Playlist

Dove c’è un motivo per festeggiare ci deve essere un calice di Franciacorta e un sound straordinario.

Condividi

Vivi e condividi questa esperienza con i tuoi amici.

Meteo

Altre esperienze

MAIN PARTNERS

CNMI Camera Nazionale della Moda Italiana
Porsche Carrera Cup Italia
1000 Miglia
EMMYS

TECHNICAL
PARTNERS

Slow Food
Parmigiano Reggiano
Valoritalia

EDUCATIONAL
PARTNERS