Franciacorta si prepara al Vinitaly ospitando la Conferenza Internazionale del Vino

12 Aprile 2024

Al via in Franciacorta la prima Conferenza Internazionale sul Vino (Wine Ministerial Meeting) dell’Oiv, ospitata dal Governo Italiano

Ieri il Ministro dell’Agricoltura, della Sovranità alimentare e delle Foreste, Francesco Lollobrigida, ha incontrato i soci del Consorzio Franciacorta presso la sede di Erbusco. L’evento ha avuto come focus principale la discussione sulle future strategie di sviluppo del settore vitivinicolo della regione.

L’incontro di ieri ha dato il via alla prima Conferenza Internazionale sul Vino (Wine Ministerial Meeting) dell’Oiv, ospitata dal Governo italiano in Franciacorta con l’arrivo di 28 delegazioni delle nazioni produttrici che si sono riunite questa mattina per discutere del futuro del vino e delle strategie per lo sviluppo dell’intero settore a livello internazionale.

Dopo i saluti iniziali, giovedì pomeriggio, il Presidente Silvano Brescianini ha raccontato brevemente la storia e l’evoluzione della Franciacorta. Sono stati poi illustrati i passaggi cruciali nell’evoluzione della Franciacorta, comprese le innovazioni tecniche e le strategie di marketing che hanno contribuito a posizionare il vino come uno dei più ambiti e apprezzati in Italia e nel mondo. Il Presidente ha sottolineato il ruolo centrale del Consorzio Franciacorta nel coordinare gli sforzi delle cantine per garantire la coerenza e l’eccellenza qualitativa del prodotto; ha evidenziato inoltre l’importanza crescente dell’export per l’industria vitivinicola della regione.

Per Franciacorta l’export, pur rappresentando una quota minore del venduto, rappresenta un aspetto di grande importanza, sia in termini strategici che dal punto di vista commerciale. Grazie anche a investimenti mirati e importanti azioni trasversali sul piano istituzionale, comunicativo e strategico, la quota di incidenza dell’export sui volumi venduti è passata negli ultimi 10 anni dal 9,3% al 12,1%, con una crescita in termini assoluti di circa 1 milione di bottiglie equivalenti. Focalizzando l’attenzione su un periodo più recente, rispetto al periodo pre-pandemico (2019) la crescita in volumi delle esportazioni è stata del 19,1%. I principali Paesi di esportazione storicamente sono la Svizzera, il Giappone, Gli Stati Uniti, la Germania e il Belgio.

La Franciacorta è sinonimo di qualità e eccellenza nel panorama dei vini italiani, per mantenere e accrescere questa reputazione, è essenziale espandere i nostri orizzonti commerciali oltre i confini italiani,” ha affermato Brescianini. Le esportazioni rappresentano una parte significativa del fatturato per molte delle cantine associate al consorzio e questo trend è in crescita.

Per supportare questo sviluppo, Franciacorta si sta impegnando in diverse iniziative chiave: un focus particolare è posto sui mercati in rapida crescita come l’Asia e il Nord America, dove la domanda di vini di alta qualità è in forte aumento.

La strategia di export non solo aumenta il volume di vendite, ma contribuisce anche a consolidare l’immagine di Franciacorta come leader nel settore,” ha aggiunto il Presidente che ha anche sottolineato l’importanza di mantenere elevati standard di produzione e sostenibilità per rispettare le aspettative dei consumatori internazionali.

Il Ministro ha elogiato il contributo significativo della Franciacorta all’economia e alla cultura italiana, riconoscendo il suo valore come ambasciatore della tradizione enologica del Paese. Ha espresso il suo sostegno al settore vitivinicolo e ha incoraggiato ulteriori iniziative volte a promuovere il prestigio e la competitività della Franciacorta sui mercati globali, ribadendo l’impegno a lavorare insieme per superare le sfide poste dai mercati internazionali e dai cambiamenti climatici. Inoltre, ha evidenziato l’importanza di promuovere ulteriormente la denominazione Franciacorta come simbolo di qualità e eccellenza italiana nel mondo.

L’incontro si è concluso con una visita della sede e un brindisi alla prosperità della Franciacorta e alla collaborazione fruttuosa tra il governo e il settore vinicolo locale, per poi proseguire con una cena presso una cantina associata.

Questa mattina i lavori hanno preso il via con la prima Conferenza Internazionale sul Vino, dove si è discusso del futuro del vino e delle strategie per lo sviluppo dell’intero settore a livello internazionale. Domani le delegazioni si sposteranno a Verona, dove si prepara l’apertura del Vinitaly.

La 56esima edizione di questo storico appuntamento – dal 14 al 17 aprile vede, anche quest’anno, la Franciacorta tra le denominazioni protagoniste: 27 aziende riunite al Palaexpo e 15 nei padiglioni esterni. La novità di quest’anno è la presenza di più aziende – per un totale di 36 presso il banco mescita comune presente nello stand del Consorzio Franciacorta. Una presenza che segna una crescita e rispecchia i risultati positivi conseguiti dalle realtà franciacortine.

“È un onore per la Franciacorta aver ospitato una conferenza di tale portata, che rafforza ulteriormente il nostro impegno nel promuovere la qualità, l’eccellenza e l’innovazione dei vini italiani nel mondo,” ha dichiarato Silvano Brescianini, Presidente del Consorzio Franciacorta. “La presenza di delegati da 28 paesi è testimonianza del ruolo centrale che il nostro territorio e i suoi produttori rivestono nel dialogo internazionale sul futuro del vino.”

Come è tradizione, l’evento di Verona sarà composto da incontri e degustazioni. I tanti operatori e visitatori, italiani e stranieri, avranno l’opportunità di conoscere da vicino la passione per il vino del territorio franciacortino.

Vinitaly 2024: Cantine Franciacorta presenti Area Franciacorta – Palaexpo nel padiglione Lombardia

Antica Fratta
Bariselli Gabriella
Barone Pizzini
Berlucchi Franciacorta
Bonfadini Franciacorta
Bosio
Camilucci
Caruna
Centinari
Corte Aura
Elisabetta Abrami
Faccoli Lorenzo
Ferghettina
Franciacorta Bèlon Wine
Freccianera Fratelli Berlucchi
I Barisèi
La Torre
La Valle
Marzaghe
Monzio Compagnoni
Ricci Curbastro – Rontana
Romantica
Santus
Santo Stefano Barbalonga
Tenuta Martinelli
Terre d’Aenòr
Turra

Vinitaly 2024: Cantine Franciacorta presenti nei padiglioni esterni

Bellavista: Pad. 7 B3-B4
Borgo La Gallinaccia Pad. 7 B9
Castel Faglia Pad. 5 E5
Castel Faglia Monogram Pad. 4 C4
Castello Bonomi Tenute in Franciacorta Pad. 4 E5
Contadi Castaldi Pad. 7 B3-B4
Derbusco Cives Pad. 7 B6
Giuseppe Vezzoli Pad. 7 B6
Lo Sparviere Pad. 8 F3-F4
Marchesi Antinori Tenuta Montenisa Pad. 7 D2
Mosnel Pad. 8 FIVI C08/C09 Tavolo 14 –
Muratori Pad. 7 E9
Plozza Ome Pad. Palaexpo 2°piano Area Valtellina
Ronco Calino Pad. 8 FIVI B8/B9 Desk 18
Sullali Pad. 7 B6

Vinitaly 2024: banco mescita presso stand Consorzio Franciacorta

1701
Abrami Elisabetta
Alberelle
Antica Fratta
Barboglio de Gaioncelli
Bariselli Gabriella
Barone Pizzini
Bellavista
Berlucchi Franciacorta
Bersi Serlini
Bonfadini
Bredasole
Brutell
Castel Faglia
Castello Bonomi
Castelveder
Contadi Castaldi
Ferghettina
Franca Contea
Freccianera Fratelli Berlucchi
Girolamo Conforti
I Barisèi
La Fiorita
La Montina
Le Cantorie
Le Quattro Terre
Marchesi Antinori Tenuta Montenisa
Mosnel
Muratori
Priore
Quadra
Ricci Curbastro
Romantica
Tenuta Montedelma
Tenuta Moraschi
Terre d’Aenor
Villa Franciacorta

Leggi anche

MAIN PARTNERS

Michelin 2023 Italia
CNMI Camera Nazionale della Moda Italiana
Porsche Carrera Cup Italia
1000 Miglia
EMMYS

TECHNICAL
PARTNERS

Slow Food
Parmigiano Reggiano
Valoritalia

EDUCATIONAL
PARTNERS